L'assicurazione UISP, sottoscritta contestualmente all'iscrizione, ha le condizioni che trovate qui.

Per comodità nostra abbiamo fatto un estratto che non sostituisce il testo originale (che potrebbe avere aggiornamenti o interpretazioni).

La polizza Uisp, è indipendente rispetto ad altre polizze in essere del CVC o eventualmente stipulate dai singoli soci, di conseguenza coperture e indennizzi sono cumulabili

Tessera A per il socio

Tessera D per istruttore (vela e voga) e membri cons. direttivo

Tessera G per <16 anni

Tessera S per socio solo iscritto e non praticante

La polizza prevede che le attività si svolgano “nel rispetto della “disciplina dell’accesso alle singole attività sportive” e delle “norme per la tutela sanitaria dell’attività sportiva agonistica e non agonistica” e che, pertanto, il singolo iscritto è in possesso di apposito certificato di idoneità in corso di validità”

QUANDO SI E’ ASSICURATI

Nell’ambito dell’attività sportiva istituzionale del circolo; meglio chiamarla così anziché ricreativa (pur essendo espressamente richiamata in polizza e inclusa).

La Compagnia in caso di sinistro richiede al Presidente di riconoscere la fattispecie gara o allenamento programmato; viene coperta l’uscita singola del socio in barca a vela o voga, purchè sia istituzionalmente riconosciuta dal ns circolo,(va comunque indicato nella denuncia dell’evento: a titolo di allenamento).

Questo copre anche le uscite dei soci con barca propria, essendo un’attività riconosciuta dal circolo.

Sono esclusi: la pratica sportiva professionistica (non è il ns caso), la navigazione a motore (per tessera D è coperto il trasferimento per gare o incontri nell’ambito del tragitto diretto e sue tempistiche), l’atto doloso.

Procedura denuncia sinistro

Entro 30gg tramite il portale www.marshaffinity.it/uisp, confermata dalla Presidente del circolo. Formalmente l’apertura del sinistro è a carico dell’assicurato.

Esonero dall’obbligo di denunciare altre polizze stipulate.

RCT

Resp. civile derivante ai tesserati nelle manifestazioni sportive, ricreative e culturali, compresi allenamenti, corsi, gare.

A parziale modifica delle Condizioni Generali del Contratto relative alla Responsabilità Civile verso Terzi sono considerati Terzi fra di loro:

❍ i tesserati;

❍ il coniuge, i genitori, i figli degli Assicurati, nonché qualsiasi parente o affine, con essi convivente, esclusivamente nel caso in cui, pur sussistendo i precedenti rapporti, il danno-si sia verificato durante l’effettivo svolgimento delle attività per cui è operante la garanzia ed alle quali partecipano contemporaneamente danneggiante e danneggiato.

Il comportamento doloso è eccezionalmente riconosciuto, se per danno derivante da fatto doloso di persone, delle quali il soggetto assicurato debba rispondere.

Esclusioni

(sono solo alcuni esempi, non esaustivi)

danni a cose affidate all’assicurato o da lui detenute in custodia o a qualsiasi titolo;

navigazione a motore;

danni provocati a cose altrui da incendio di cose detenute dall’assicurato;

danni a cose trasportate, rimorchiate, sollevate (es.: gru di servizio), caricate, scaricate.

NB: Viene sempre esclusa la “colpa grave”, concetto giuridico importante: allorchè si tenga un comportamento sconsiderato, cioè si ravvisi una violazione particolarmente imprudente e senza perizia dell’obbligo di “diligenza”, ivi compreso lo stato di ubriachezza (ocio ai garanghei), uso di stupefacenti, droghe.

Gestione vertenze

L’assicuratore ne assume la gestione stragiudiziale e giudiziale, in sede civile, penale, amministrativa, designando legali o tecnici, contando sulla collaborazione dell’assicurato (altrimenti può rivalersi in caso di inadempimento dell’assicurato) e si carica delle spese nel limite pari a un quarto del massimale stabilito per il danno, cui si riferisce la domanda. Qualora la somma superi detto massimale, le spese vengono ripartite fra società e assicurato in proporzione del rispettivo interesse

Massimali di copertura RCT

Tessere A G S

400.000,00 € per ciascun sinistro

400.000,00 € per ciascuna persona morte/lesioni

400k€ per danni a cose, animali

Tessere D

800k€ per ciascun sinistro

800k€ per ciascuna persona morte/lesioni

800k€ per danni a cose, animali

Per le singole associazioni, aderenti a uisp, vengano imputate carenze organizzative, etc. indicazione molto parziale e inesatta:

4mio€ per ogni sinistro;

2,5mio€ per persona morte/lesioni;

2,5mio€ per danni a cose, animali.

Franchigia RCT:

1.000€ per ogni sinistro;

3.000€ per sinistro, accaduto tra due o più atleti (con riferimento alle sole lesioni riportate).

INFORTUNI

Oltre alla tabella uisp delle lesioni, sono considerati infortuni anche: asfissia non morbosa, avvelenamenti da ingestione/assorbimento, alcune affezioni da morsi o punture, annegamento, assideramento, colpi di sole e di calore, lesioni da sforzo ad esclusione di infarto, ictus, ernie, rotture dei tendini.

A parziale deroga delle condizioni generali viene coperto il caso morte per infarto, ictus da emorragia cerebrale e altri danni elencati in polizza nelle manifestazioni organizzate dal Circolo e in allenamenti programmati e autorizzati.

Franchigia infortuni

Esemplificazione: 5% per ns disciplina sportiva, per cui si ha indennità forfettaria di 150€ se la lesione è di grado 3% o 4%; indennità di 200€ se la lesione è del 5% , quando la lesione supera la franchigia del 5% (dal 6% in poi) l’indennizzo è di 800,00 € per ogni punto

Massimali infortuni

Morte 80k€;

Morte eventi gravi 40k€

Lesioni come da tabella lesioni allegata al contratto, entro 80k€

Indennità giornaliera da ricovero 26€ (franchigia 3gg)

JSN Pixel template designed by JoomlaShine.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.