APPUNTAMENTO CON VELALONGA!
Domenica 23 luglio. Sveglia alle sette!!!? Mi attende la la mia prima velalonga! All'arrivo a Punta San
Giuliano il circolo e la banchina sono già animatissimi con oltre cento equipaggi iscritti alla veleggiata (o
regata, dipende dai punti di vista...). Briefing in banchina, Direttore Maurizio: procedure di partenza,
percorso ed un ultimo richiamo (fondamentale) alle secche di cui è disseminata la laguna.
Corrado, Wilmer ed io gareggiamo su Airone, veloce alpa 550 del circolo. Con vento da Tessera
raggiungiamo l'area tra la "Madonnina" e l'Isola di Campalto, dove viene allestita la linea di partenza.
Nell'attesa ci godiamo la vista di tante vele, vecchie e nuove conoscenze: ci sono le sempre bellissime
imbarcazioni al terzo del circolo, Skye, Carpe Diem; notiamo Festina Lente, una vela portoghese, diversi
dinghy e quello che ci sembra un 49er.
Ma siamo anche presi dal doverci muovere, senza scontri, tra tante barche! Anche per questo scegliamo
per la partenza la meno affollata boa, strategia non delle migliori: abbiamo mure a sinistra e dobbiamo
dare precedenza...a decine di vele che sopraggiungono da destra!
Cominciamo a bolinare, presto superiamo l'Isola di Campalto ed il Canale di Tessera, ci concentriamo
quindi sull'avvistamento della boa al termine del canale Scomenzera San Giacomo. Alla ricerca della
rotta cerchiamo, se non di seguire a stretto giro, almeno di non perdere di vista di vista alcuni dei nostri
punti di riferimento: il verde acqua di Skye e l'arancione di Antares.
Il percorso si snoda tra barene, lingue di terra basse e piatte, pittoreschi residui di paludi preistoriche, a
fianco del Lazzaretto Nuovo, della punta nord-occidentale di Sant'Erasmo e delle Vignole: la parte più
critica del percorso, di bolina in un canale dalla corrente forte proveniente dalle bocche di porto di San
Nicolò al Lido, subito a lato acque basse che costringono un laserista ad un bagno per disincagliare il suo
mezzo.
Ora abbiamo i bacini dell'Arsenale a sinistra, è tempo di issare lo spinnaker, comincia la lotta contro il
moto ondoso dei canali trafficati che ci fa sembrare interminabile la strada fino al canale tra San Michele
e Murano. E l'intero rientro fino a Punta San Giuliano appare infinito, di poppa, il vento apparente a zero
ci fa apprezzare tutto il caldo di questa assolata giornata di luglio. E' il momento però in cui molte
imbarcazioni si fanno anche più belle, con tanti spi variopinti.
Ed ecco l'arrivo, che superiamo quasi con sorpresa. La veleggiata è finita, è il momento di confrontarsi
con amici e conoscenti, ascoltare le avventure degli altri equipaggi, c'è chi ha rotto la deriva, chi il timone,
alcune barche scendevano in acqua per la loro prima regata, qualcuno potrà vantare la diciassettesima
Velalonga.
Le premiazioni si svolgono in pieno "garangheo". Io sono un po' distratta, stanchissima, e già con la testa
alle prossime avventure in barca. Di sicuro però non mi sfugge la premiazione dei "velaterzisti" e la salita
sul podio, accanto a Bepi ed Eugéne, dei miei vecchi avversari di Sukabaruka, Ale, Diego e Paolo, primi!
A questo punto non posso che promuovere la Velalonga ad appuntamento immancabile non solo per il
Circolo Casanova e Punta San Giuliano, ma per tutti gli amanti della vela.
PS: approfitto per ringraziare della loro sopportazione i miei compagni di equipaggio Wilmer e Corrado, i
miei istruttori di vela, chi mi ha "bocciato" e chi mi ha promosso,Piero Andrea, Raffaele e Maurizio, chi non è
stato ufficialmente mio maestro ma mi ha insegnato tanto, Alessandro, Vincenzo e Marco, chi si è
accollato il piacere e l'onere dell'organizzazione di questo evento, Enzo e Giambattista, tutti i compagni di
circolo...dove secondo alcuni finirò con il piantare la tenda...

P1210188

   VVlogo2017 di200

> classifiche, cronache e foto 2017!
--------------------------------
Articoli Correlati
JSN Pixel template designed by JoomlaShine.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.